Confronti

AN che manda a quel paese Berlusconi. Berlusconi dice che la Casa delle libertà è un ectoplasma. Casini  dice che lui e gli altri ormai  non sono più alleati. Fini chiede il referndum per cancellare una legge che lui ha votato. Berlusconi che prima apre a Veltroni poi chiede le elezioni. Casini che offre a Cuffaro, costretto a dimettersi, il posto di capolista in Sicilia. Il marxista Bossi che chiama alla rivoluzione, e chissà cosa ne pensano i nazisti di Tilgher, Mussolini e Storace e Fiore che con lui sono alleati.

In ogni caso alle prossime elezioni dalla nostra, come al solito, avremo degli incapaci, di certo dall’altra parte ci troveremo di nuovo dei criminali.

2 risposte a Confronti

  1. dedalus scrive:

    wow che conclusione tranchant!! ma mentre il riferimento all’ “altra” parte mi sembra calzante, e quello alla “nostra” che mi mette mi lascia perplesso… quale “nostra”? pensi che l’Unione possa avere un futuro credibile? è caduto ancora una volta un governo senza che di fatto cambi nulla nell’assetto complessivo? non pensi che il minestrone misto che mette insieme diniani e i trotzkisti sia stato riscaldato già troppe volte da risultare commestibile?? non credi che l’incapacità della sinistra non sia da attribuire ai singoli ma alla coazione a ripetere della coalizione-minestrone?

  2. lussu scrive:

    il punto è che è evidente che oltre il pd quelli che hai di fronte sono indifendibili. anche se non vado d’accordo col pd, forza italia lega ecc ecc rimarranno sempre peggio.
    certo l’esperienza dell’unione va rivista. ci sono alcune parti del pd che si possono conciliare con la sinistra arcobaleno e credo che forse sa bene che accadda. se questo andasse bene alla sinistra poi deve scegliere il pd. perchè c’è una parte che vuole indubbiamente in futuro l’accordo col l’udc.
    l’alternativa alle alleanze sarebbe un problema maggioritario: ma non credo giusto che un partito che ha il 30% ho poco più possa rappresentare il paese e poter governare da solo. anzi: sistemi come questi, vedi l’america, creano disaffezione e va a votare solo la metà degli aventi diritto. non è questo il modo per risolvere la crisi della politica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: