Feticismo

Se migliaia di persone vanno a vedere il corpo di Padre Pio (che fu ritenuto un impostore dalla Chiesa stessa) mi vien da pensare che il cristianesimo sia sempre più simile alle superstizioni o alle religioni pagane. Del resto non mi stupirebbe che coloro che oggi vanno a vedere la salma di Padre Pio siano coloro che si fanno infonocchiare dalle varie Vanna Marchi.

Certo, l’uomo ha bisogno di spiritualità direte voi. Ma ditemi cosa c’è di spirituale nell’andare a vedere il corpo siliconato di un uomo morto nel secolo scorso.

13 risposte a Feticismo

  1. Soupe scrive:

    Il Manifesto di ieri racconta che un vescovo, umilmente in processione con i pellegrini, passando davanti al cadavere di padre pio, ha tirato fuori una digitale scattandogli una foto.

    Il Giornale due giorni fa invece raccontava con molta precisione tutti particolari di riaggiustamento del corpo putrefatto.

    Mi sono convinto ancora di più che l’esproprio dei beni della chiesa sia una cosa buona.

  2. matt scrive:

    perchè vorresti che il defunto fosse esposto a montecitorio piuttosto che in una chiesa?

  3. Soupe scrive:

    Il defunto, una volta tolti e donati gli eventuali organi, dovrebbe restare sottoterra.

    L’esproprio dei beni della chiesa, e comunque di tutte le confessioni religiose, a sottolineare che la fede, intesa come dogma acritico, è oppio.

    E poi un po’ di odio non fa male.

  4. chiara_dtk scrive:

    “LA DISINTEGRAZIONE DI TUTTI I PIATTI SPORCHI, E COMUNQUE DI TUTTE LE STOVIGLIE”.

    Ecco, anticlericalismo.
    Credo che se fosse l’anticlericalismo a poter risolvere la questione religiosa, sarebbe tutto già risolto da un pezzo. Evidentemente, l’anticlericalismo non rappresenta alcuna soluzione.
    Non sono affatto credente, e anche se lo fossi, non sarei certo in fila a S. Giovanni Rotondo; ciò nonostante non mi riconosco in chi fa della fede una questione di intelligenza. Preciso che non mi pare una risposta “esagerata”, né “irrispettosa”, né “laicista”. Mi pare invece una risposta colpevolmente modesta. Si cavalca la corrente facile dell’anticlericalismo (edizione a fumetti, aggiungerei: “oppio” apertis verbis) mancando di capire l’obiettivo, prima di scagliarcisi contro.
    Cosa vogliamo fare con le religioni? Si possono fare molte cose.
    Per esempio, le possiamo rendere illegali. Vogliamo? Vogliamo espropriarle di tutte le loro proprietà? Possiamo. Vogliamo arrestare chi prega? O vogliamo arrestare solo chi prega padre Pio? Possiamo fare tante cose (anche molto diverse da quelle elencate). Il più è avere un’idea sensata (una: sarebbe sufficiente per incominciare. Is there anybody here?)
    Insomma, credo sia necessaria un certa serietà sulla questione, se no stiamo a fare chiacchiere da bar Sport: capisco e condivido la sensazione da cui nascono questi post, ma, proprio perché la questione è urgente, ci sarebbe proprio bisogno pensarci in un modo migliore.

    E poi, sì honey: l’odio fa male.

    P.S. Questo non toglie che io capisca che una salma siliconata, esposta e venerata possa suscitare pensieri di questo tipo, e certamente anche di molto peggiori. Ma che ci servano una notizia del genere su un piatto d’argento non significa che dobbiamo tralasciare l’usuale senso pratico. Espressioni come “L’esproprio dei beni della chiesa, e comunque di tutte le confessioni religiose” non trasmettono nessuna idea degna di questo nome. Non più di chi, per lavare i piatti, mi proponesse: “La disintegrazione di tutti i piatti sporchi, e comunque di tutte le stoviglie”.

  5. Mohamed scrive:

    Ma poi, scusate, non scadiamo nell’ovvietà: è risaputo che il cristianesimo è una religione pagana.

  6. lussu scrive:

    Chiara, ti sfido a trovare nel mio post anche solo un accenno all’idea che la fede sia una questione di intelligenza. La cosa non esiste.
    La mia indisposizione nasce dal fatto che la chiesa terrena fa idolatria per crearsi potere terreno, Questa è la questione. La fede con questo non centra nulla. E’ una mossa politica che con la fede non centra nulla e mi stupisce che anche tu ci sia cascata.
    Pensare che poi sia facile facile fare anticlericalismo solo perchè questa è un’occasione servita su un piatto d’argento mi sembra guardare il dito e non la luna: viviamo in un paese dove ossequiamo la chiesa con tutto, dove ance gli atei sono ferventi cattolici, e non si può criticare la chiesa nemmeno per le sue manifestazione pagane?

  7. matt scrive:

    feticismo e idolatria non sono pratiche delle sole religioni ma anche delle ideologie a voi più care. anche gli anarchici non ne sono immuni, in una certa misura (non al punto da mummificare una salma)

    io non amo l’anticlericalismo e gli scontri di civiltà. ma se mi chiedi che cosa vogliamo fare delle religioni, non suggerirei di espropriare i beni ma per lo meno di non finanziarle con le nostre tasse, o di finanziarle in maniera più eguale. inoltre pretenderei che lo stato italiano avesse rapporti con lo stato vaticano, appunto, tra stati. il concordato è da annullare, visto che tanto è disatteso dall’altra parte.

  8. lussu scrive:

    beh se vogliamo parliamo di feticismo e idolatria delle diverse ideologie, facciamolo, non mi sembra di aver mai negato ciò.
    ma quello di padre pio resta feticismo. la cosa mi sembra aggravata dal fatto che la religione dovrebbe essere non tutt’altro, ma esattamente l’opposto.
    non capisco perchè in questi commenti si è tirata fuori la libertà di pregare.
    quello è un altro argomento.
    il problema di fondo è che anche tu matt, dici:
    se mi chiedi che cosa vogliamo fare delle religioni, non suggerirei di espropriare i beni ma per lo meno di non finanziarle con le nostre tasse, o di finanziarle in maniera più eguale.

    cioè: parti dalla religione e continui con i finanziamenti della chiesa. non mi interessa parlare della religione. sto parlando dell’azione politica della chiesa.
    la tua risposta va bene se ti chiedo cosa vuoi fare della chiesa, non delle religioni.
    e in ogni caso sono molto preoccupato se anche i francescani fanno dei ragionamenti che sono molto distanti dal loro fondatore, pur negandolo.
    info nel prossimo post

  9. chiara_dtk scrive:

    Primo:
    Ahò! Ovvio che sono d’accordo sul fatto che la chiesa possa essere criticata.

    Secondo:
    sono d’accordo sul fatto che possa essere criticata anche da parte “atea”, oltre che credente.

    Terzo:
    nondimeno, le critiche da parte atea, per essere serie, devono focalizzarsi su cose serie. Se parliamo di quanto sia stupido fare la fila per vedere la faccia di padre Pio siliconata, a parte che ovviamente siamo tutti d’accordo, la prossima volta mi aspetto un post che ridicolizzi l’eucarestia. Perché no? Anche quella è una cosa folle e irragionevole e possiamo sentirci razionali e laici ridendoci su. La battaglia su questo piano, però, mi sembra miope e velleitaria.

    Quarto:
    “non mi stupirebbe che coloro che oggi vanno a vedere la salma di Padre Pio siano coloro che si fanno infonocchiare dalle varie Vanna Marchi” FA della fede una questione di intelligenza. Fatto riguardo al quale potrei anche essere d’accordo, se l’Illuminismo non fosse – ahinoi – già passato di moda.

    Quinto:
    bene, benissimo, ottimo, evviva!: parliamo di come la fede ultraterrena si trasformi un potere terreno. Questo sì che è un argomento serio, complesso, interessante. Parliamo di finanziamenti, del concordato, dei rapporti Stato italiano-Vaticano, del referendum sulla moschea a Padova, della Lega identitaria anche dal punto di vista religioso, della libertà di culto, degli atei devoti, di aborto, di pacs, di adozioni agli omosessuali, di cosa si intenda con “famiglia”. O anche di padre Pio, ma senza stare a fare le pulci sulla spiritualità dei poveretti.

    Sesto, una pregunta:
    cosa significa mai “pagano”, detto da un ateo?

  10. lussu scrive:

    rispetto al punto quattro faccio notare come mi sono riferito a quelli che fanno la fila per vedere padre pio, non ai credenti in generale.
    detto questo non bisogna dire le cose solo perchè l’illuminismo è di moda, ma bisogna dirle per farlo diventare di moda.

  11. lussu scrive:

    ah già il punto sei,
    direi che si usa pagano per difernziare le religione del libro (cristianesimo, ebraismo, islam) dalle altre religioni, con forse l’eccezione di quelle religioni orientali che assomigliano più a filosofie di vita che a delle vere e prorpie religioni in cui si afferma l’esistenza di un essere superiore .

  12. Soupe scrive:

    Quando parlo di anticlericalismo mi riferisco a una pratica precisa di attacco ai rappresentanti temporali della fede.

    Se uno vuole credere o ha bisogno di appoggi spirituali che lo faccia, ben diversa è la questione dell’esistenza di organi-organismi-congregazioni i quali hanno, palesemente, l’unico scopo di raccolgiere fondi (il feticismo di padre pio, la madonna di mdjougory, lourdes, antonio da padova ecc) e mantenere la propria situazione di dominanza: il mio attacco anticlericale, che usa anche l’arma della blasfemia, è volto allo smantellamento di situazioni che inducono l’uomo ad accettare passivamente dei dogma che permettono ai prelati d’ogni ordine, grado e genere di mantenere una situazione di potere e controllo ingiustificata.

    Aggiungo anche che essere blasfemi e anticlericali in una famiglia farcita di preti e suore è anche divertente.

  13. masaccio scrive:

    “Non mi stupirebbe che coloro che oggi vanno a vedere la salma di Padre Pio siano coloro che si fanno infinocchiare dalle varie Vanna Marchi” mi pare una considerazione al limite dell’ovvietà, si tratta di esperienze e fenomeni molto ma molto simili, e negarlo per snobismo mi sembra un po’ ridicolo.
    Ma sono l’unico qua dentro ad essere andato a catechismo, ad aver fatto il chierichetto, ad aver passato molte ore della propria vita tra la sacrestia e l’oratorio? Perché penso che per chiunque venga da questo mondo sia difficile negare che il cattolicesimo in cui siamo immersi sia una cosa tutta terrena, fatta da rituale e do ut des, mummie e medagliette della madonna.
    Insomma: se si vuole parlare della realtà, leggete meno padri della chiesa e frequentate più canoniche. Poi ne riparliamo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: