Seottoorevisembranpooche…

Quando si dice il progresso. È vero, stiamo superando il ‘900. Ma per tornare dritti dritti nell’800…

(ASCA-AFP) – Lussemburgo, 10 giu 2008 – È accordo tra i 27 Stati membri dell’Unione europea sulla direttiva che permette di allungare l’orario di lavoro, su base volontaria, fino a 60 ore a settimana (65 per contratti a chiamata). Ad approvarla oggi i ministri del Lavoro europei che hanno detto ‘sì’ anche al superamento in deroga del tetto legale di 48 ore a settimana (sul modello inglese) e parità di trattamento per i lavoratori temporanei e quelli a tempo indeterminato per quanto riguarda la retribuzione, il congedo e la maternità.

Frutto di un sudato ma necessario compromesso per il mancato rispetto dell’orario di lavoro da parte di molti Stati membri, la direttiva dovrà ora essere approvata dal Parlamento europeo. Soddisfatta la Commissioneeuropea che, con il titolare Ue del Lavoro Vladimir Spidla, dice che ”questo è il più grande passo a favore dei lavoratori europei. Un passo che rafforza il dialogo sociale”.

Un commento, qui.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: