Ridateci Pizzul

Risulta praticamente impossibile astenersi da qualche commento sulla Rai alla fine degli Europei e con le Olimpiadi alle porte. Già nel 2006 la popolarità di Sky e la bravura di Caressa avevano surclassato la tv si stato (prova: scrivete Italia Germania su youtube, la partita più epica dello scorso mondiale, e troverete i video commentati da Caressa non certo da Civoli). Con questi Europei invece la Rai ha fatto tutto da sola.

Il collegamento saltato durante Turchia Germania può anche non essere colpa della Rai, ma si somma a certe altre chicche notevoli, fino a quando la misura è poi colma. Ieri9 in occasione del terzo goal della Spagna Civoli ha affermato “Fabregas avanza, al centro c’è Villa, goal!” solo che non era Villa, ma Guiza. Ci si può conofndere direte voi. Certo, ma se i due giocatori sono in campo, non se Villa è uscito 40 minuti prima. Non contenti di ciò Salvatore Bagni, che prima si era vantato di guardare 2, 3 partire a settimana del campionato russo (?) prova a commentare tecnicamente la bella azione spagnola: Fabregas è come un cavaliere che scendendo dall’ostacolo guarda già oltre. E vede Villa.” A’ ridaje. Ma almeno il commentatore tecnico conclude alla grande. “Hai visto, di ippica me ne intendo. Di calcio no, ma di ippica si.” Sicuramente la cosa più corretta che ha detto durante questi campionati.

Un’ultima cosa, riguardo Donadoni. Oggi Luca Soffri cita Gramellini il quale rende omaggio a Donadoni, dicendo che in fondo la differenza fra le nazionali di Lippi e Donadoni, è solo una questione di un rigore entrato o meno. Io credo che si debba essere onesti: si può dire che Donadoni si è comportato da signore senza dover per forza dire che la sua nazionale ha giocato bene.

7 risposte a Ridateci Pizzul

  1. Stefano scrive:

    Ma dire che la differenza fra la nazionale di Donadoni e quella di Lippi sta in un rigore non significa dire che quella di Donadoni ha gicato bene, bensì che ha giocato male. Proprio come quella di Lippi. O vi eravate divertiti nel 2006? La finale fu come il quarto di finale dell’altro giorno. né più né meno. Per non dire del resto del mondiale, tranne i due goal alla Germania e la partita con l’Ucraina…

  2. lussu scrive:

    Ciao Stefano, secondo me non è così.
    L’Italia ai mondiali aveva giocato bene (tranne alcune partite come Australia e Usa, da sempre facciamo difficoltà con le piccole). Segnava e non prendeva goal, 2 alla Repubblica ceca 2 al Gahna ecc ecc. Ripeto: non prendevamo goal. In tutto il mondiale abbiamo preso la metà dei goal (2, uno su autogoal e uno su rigore!) di quanti ne abbiamo presi nelle prime due partite agli europei.

  3. masaccio scrive:

    Ero entrato nel blog proprio per postare l’ottimo Gramellini.
    Sono completamente d’accordo con lui e con Stefano. Dal mio punto di vista, la partita con la Francia agli europei vale tanto quella con la Germania ai mondiali: due splendide prove di coraggio e determinazione.
    Per carità, l’Italia del 2008 ha sbagliato completamente la prima partita, quella in cui sono stati segnati i gol di cui parla Lussu, e possiamo dire che non ci si può permettere di sbagliare una partita agli europei.
    Ma sta di fatto che siamo andati fuori ai rigori contro un avversario che, al momento, è in finale. Che, prima partita a parte, la prova della nostra difesa è stata stellare, e che questo si deve anche e soprattutto al coraggio di Donadoni, che si è inventato una difesa da zero in assenza dei due perni di Lippi (Cannavaro e Materazzi) e della sua prima riserva (Barzagli), dando fiducia al giovane Chiellini (cosa che Marcellone non farebbe neanche sotto minaccia armata) e recuperando il vecchio e orgoglioso Panucci (da Lippi escluso per motivi puramente personali, non dimentichiamolo). Insomma, tanto di cappello a Donadoni, che, con tutto contro, dagli infortuni ai capricci di Totti, dalle squalifiche al tracollo di Toni, ha messo in piedi una nazionale che ha avuto poco da invidiare a quella dei mondiali.
    O c’è qualcuno disposto a sostenere che Lippi, senza Cannavaro, Materazzi, Barzagli, Pirlo, Gattuso e Totti, cioè la spina dorsale della sua squadra, avrebbe fatto meglio?
    Trovo sgradevole, tra l’altro, che ora, giusto per far capire che l’aria è cambiata e che torna Il Grande Vincente, scatti la corsa al ritorno dalla fuga (Totti e Nesta) e alla naturalizzazione (in una settimana ho già sentito parlare di Amauri, Taddei e Santana). I soliti italiani, in grado di riconoscere autorità e leadership solo al fortunato spaccone dal piglio dittatoriale (da Mussolini a Lippi passando per Craxi e Berlusconi), e capaci di ogni nefandezza nei confronti di una persona seria, coraggiosa e mai paracula come Roberto Donadoni. Uno che ha appena perso la sua terza competizione internazionale ai rigori (dopo Italia ’90 e Usa ’94) meriterebbe un po’ più di rispetto.

  4. soupe84 scrive:

    E’ abbastanza noto che io non segui il calcio, e lo sport in generale.
    Quello che uno spettatore distratto come me percepisce è un Lippi furbo che ha giocato bene le sue carte (lascia la nazionale in gloria sapendo che non poteva ripetersi agli europei, e ci ritorna in gloria perchè la nazionale non gli ha vinti, e prende pure un fracasso di soldi), e un Donadoni che ha raccolto la sfida di prendere una nazionale che nessuno voleva pigliare (sia per i soldi sia perchè era logico che non avvrebbe vinto).
    Lippi mi sta antipatico, Donadoni no.

  5. matt scrive:

    Come è spesso successo il pensiero che più apprezzo è quello di Zdenek Zeman, che ha in poche sillabe sentenziato che le due nazionali di Lippi e Donadoni giocavano lo stesso calcio, ed il secondo ha avuto meno culo, per dei rigori sbagliati in una partita in cui siamo stati un poco meno nulli dei nostri avversari, le terribili furie rosse che tanto furiose non erano, e che la loro finale l’hanno vinta ai quarti.
    Voglio provocare oltre: a distanza di due anni, chi pensate che meritasse di vincere quel mondiale? Per arrivare in finale abbiamo dovuto superare i temibili australiani e gli ucraini. In semifinale abbiamo giocato la partita più noiosa del mondo fino a quando, forzato dalla stanchezza dei giocatori in campo, Lippi ha dovuto rigirare la squadra mettendo su una formazione buona per davvero, che ha fatto due gol in pochi minuti. La Francia ha battuto Spagna, Brasile e Portogallo. In finale loro sono stati un po’ meglio di noi, ma il loro giocatore simbolo, mito incomparabile del calcio mondiale, ha compiuto un gesto politicamente scorretto ma giusto e dignitoso nei confronti del più ghignoso e faccia-di-culo giocatore d’Italia. Se avessero avuto Zidane in campo nei supplementari e ai rigori non sono sicuro di come sarebbe andata a finire… Due mesi dopo la Francia ci umiliava 3-1. La vittoria ai mondiali noi l’abbiamo legittimata vincendo con la Francia a questi europei, e quindi la dobbiamo anche in parte a Donadoni.
    Donadoni è stato sistemato dal commissario Rossi, in un periodo in cui sembrava che il calcio italiano dovesse essere ripulito da cima a fondo. Invece, due anni dopo, mandato al patibolo un capro espiatorio qualunque, lo stesso identico sistema si è preparato a far fuori l’ultima rimanenza delle purghe giutizialiste, quasi godendo dell’insucesso ai quarti, rimettendo a suo posto un uomo che è stato al matrimonio di Briatore, fate voi…

  6. lussu scrive:

    Guardate che secondo me abbiamo visto delle partite diverse, io e voi.
    Continuate con sta storia del rigore sbagliato e del rigore entrato.
    Ma vi ricordate una piccola differenza, e cioè quando sono stati tirati questi rigori?
    Uno è stato tirato ai quarti di finale di un campionato europeo a cui eravamo arrivati immeritatemente e uno in una finale mondiale a cui eravamo arrivati meritatamente. Vi sembra una differenza da nulla?
    Matt, guarda che se dici che l’Italia non è arrivata meritatamente ai in finale ti consiglio di andarti a rivedere le partite su youtube. D’accordo che l’Italia è l’unica squadra con cui la Spagna non ha vinto in questo europeo, ma perchè avevamo la solita buona difesa e basta: per il resto palle lunghe e pedalare.
    Quando Masaccio dice questo
    “soliti italiani, in grado di riconoscere autorità e leadership solo al fortunato spaccone dal piglio dittatoriale (da Mussolini a Lippi passando per Craxi e Berlusconi), e capaci di ogni nefandezza nei confronti di una persona seria, coraggiosa e mai paracula come Roberto Donadoni.”
    Ho l’mpressione che per combattere questo difetto bisogna sempre dire che in fondo l’Italia non mertiva ecc ecc, fare i manichei con Lippi cattivo e Donadoni buono …
    Ecco proprio per queso bisogna dire che Donadoni non è stato in grado di gestire una buona nazionale, anche se è una persona ottima. Invece dai commenti, in particolare di soupe e matt, si evince che siccome Lippi è antipatico, oppure che va al matrimonio di Briatore, allora per forza bisogna arrivare a dre che la sua Italia era come quella di Donadoni. Non è vero, non è vero che bisognava vincere agli europei contro la Francia per legittimare la vittoria ai Mondiali (e allora Donadoni poteva farlo la prima volta e non perdere 3 a 1, quando siamo stati umiliati, no?), quello serviva solo per far impazzire di rabbia e invidia i francesi troppo presuntuosi.
    Se la Francia avesse avuto Zidane … ecc ecc
    Zidane non c’era perchè ha fatto una cazzata, punto. Anche nell’Italia mancava Nesta, che a differenza di quello che dice Masaccio era il titolare, non Materazzi, che invece Lippi ha portato contro il volere di tutti. Barzagli e Grosso (in precedenza Toni) sono stati scoperti da Lippi e buttati nella mischia in maniera molto più coraggiosa di quanto lo si debba fare oggi con Chiellini.
    Lippi è stato cinico e s’è giocato le sue carte. Non ditemi che Donadoni non sapeva come funziona il mondo del calcio. Forse, col senno di poi si può dire che il primo errore è stato il suo ad accettare la nazionale quando ancora così giovane.

  7. Paolo scrive:

    Secondo me Donadoni si è comportato bene. Non condivido la convocazione di Cassano ma è un dettaglio. Per il resto Donadoni si è comportato da signore. Lippi a parer mio ha commesso un errore a ritornare sulla panchina azzurra perchè ora tutti ci aspettiamo la vittoria i prossimi mondiali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: