À rebours

Ieri sera guardavo Porta a porta Estate.
(Il fatto che i due tenutari di questo blog, un martedì sera d’estate, con tutte le cose che si potrebbero fare, si scambino sms davanti a Porta a porta Estate, mi fa tornare in mente queste considerazioni. Ma non è questo il punto.)

Si parlava degli amori del secolo, ieri sera Fausto Coppi-Dama Bianca e Palmiro Togliatti-Nilde Iotti. A prescindere da tutto, compreso il tono insostenibile della serata, mi ha colpito un dettaglio: nella commissione dei 75 della Costituente, quella che materialmente scrisse buona parte del testo, insieme a Dossetti, Calamandrei, ecc., c’era Nilde Iotti, ovvero una ragazza di 26 anni comunista.

Donna. Di 26 anni. Comunista. Nel 1946.
Al prossimo che mi parlerà male del Pci, ricorderò che in un’Italia dove il delitto d’onore era un’attenuante, non si stava a capo scoperto in pubblico e la radio era considerato uno strumento demoniaco, il Pci mandò a scrivere la Costituzione una donna di 26 anni.

Capiamoci: in un’ipotetica commissione dei 75, oggi, probabilmente non ci sarebbe quasi nessuna donna. Sicuramente non ci sarebbero nessuno sotto i 40 anni. E dimentichiamoci la presenza di un comunista.
Per dire il progresso che ci hanno assicurato 60 anni di democrazia. Per dire.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: