Cara Mary

Io e Masaccio non abbiamo ancora scritto nulla, ma giusto per non dare niente per scontato spendo due righe indirizzate alla nostra stella, il ministro Gelmini.

Cara Mariastella,

io lo so che tu non sei dei cattivi. Che tu pensi che stai facendo le cose giuste. Ma non è così. Tu ti stai unendo a tutti quelli che per 20 anni ci hanno rincoglionito con le televisioni, inebetendo la generazione attuale, e ora per non correre rischi, cercano di affossare la scuola evitando che anche le prossimi generazioni abbiano facoltà di pensare. No, Mary non lo fare. Io lo so che non sei cattiva. Credimi, una scuola funzionante, una università di alto livello, sarebbe utile anche per te, e per tutti i tuoi compagni di coalizione, ad esempio come Gasparri, che hanno davvero tanto bisogno di un’istruzione efficace. E del voto in condotta poi cosa dire? Non vorrai mica che Calderoli sia costretto a ripetere la terza elementare perchè ha fatto una porcata?

Dai Mary, ascoltaci. Noi stiamo dalla tua parte. Se ci ascolti, la prossima volta che dovrai fare un esame di stato non sarai nemmeno costretta a farti dare una spintarella. Sarai così preparata che potrai passare l’esame da sola. Pensa che soddisfazione.

2 risposte a Cara Mary

  1. tomate scrive:

    Vi posto una entry del mio blog. Quell’aiutino non è il solo marchio di infamia sul curriculum di MSG:

    Mariastella Gelmini fu presidente del Consiglio Comunale di Desenzano del Garda fino al 2000, anno in cui fu sfiduciata (gli atti sono pubblici e titolano Mozione di Sfiducia al Presidente del Consiglio Comunale Presentata dai Consiglieri di Minoranza etc.); non v’è scritta la motivazione, ma a quanto ho sentito (e riferisce wikipedia) sembra che fosse una sfaccendata inoperosa, insomma una fannullona per dirla con Brunetta.

  2. Nico scrive:

    Bel commento! Pregare bene e razzolare male, proprio come la ministra Carfagna, che per il trattamento che le è stato riservato ha colpevolizzato da Mentana niente meno i media, che a suo dire stravolgono la realtà e non dicono le cose come stanno, ma soltanto quello che vogliono noi sentiamo… ehehhe, appunto! Grandioso autogol mi pare🙂
    Ciao, e grazie per quello che scrivete
    Nico

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: