Fra una bracciata e l’altra, uno spritz

Quando ero un giovane studente universitario (non molti anni fa, ma fa figo dirlo) mi ricordo che partecipai a una serata in una mensa universitaria, di degustazione dello spritz. Il somelier era il padre di una giovane promessa del nuoto, Federica Pellegrini.

Morale: si allo spritz, no al doping.

4 risposte a Fra una bracciata e l’altra, uno spritz

  1. Simone scrive:

    Mi permetto di invitare la gioventù universitaria alla scoperta alcolica alternativa allo spritz.
    La generazione di universitari che sta crescendo conosce tendenzialmente poco la grandiosità del vino. O della grappa.

  2. tomate scrive:

    certo che tra le origini umili dei più grandi personaggi storici mai avrei pensato di sentir parlare di un “assaggiatore di spritz”.

    anche perché, diciamocelo, che cosa c’è da degustare nello spritz? lo spritz si tracanna, e basta, e poi si passa al prossimo.

    stupore che federica non sia annegata in questo mare di spritz.

  3. lussu scrive:

    E pensare che secondo me eri insieme a me, quella volta che il signor Pellegrini ci insegnò come degustare lo spritz.

  4. tomate scrive:

    può essere, e questo dimostra che ho un’altra concezione del verbo “degustare”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: