Altro che buoni scuola

La notizia è girata, ma non tantissimo: la Gelmini ha tagliato del 25% le spese per la pulizia e la sorveglianza nelle scuole. La cosa è diabolicamente geniale, per il diseegno del governo. Perchè finanziare le scuole private, spendendo soldi per incentivare le famiglie ad abbandonare la scuola pubblica per quella privata. Tanto meglio tagliare sulle pulizie: si risparmiano soldi e nel corso del tempo le scuole diventeranno sporche e sempre meno accoglienti, così, chi potrà permetterselo, andrà alla scuola privata, e la scuola pubblica diventerà sempre più ghettizzata e abbandonata a sè stessa.

L’istruzione, quella buona, tornerà dunque a essere una cosa per pochi: ad offuscare la mente delle generazioni presenti ci ha già pensato la TV, meglio evitare il rischio che le future generazioni si rimettano a pensare.

Una risposta a Altro che buoni scuola

  1. Alessandro Calasanzio scrive:

    Confermo, le scuole sono già sporche…anche le private. Spesso ci troviamo a fare lezioni in ambienti piuttosto sporchi. Tutto fa brodo e tutto fa schifo. La cosa curiosa, piuttosto, è la nuova strategia delle pubbliche, che adottano strategie di concorrenza sempre più simili alle private. Questo, a mio parere, è nettamente più angosciante.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: