Un paio di leggende metropolitane da sfatare

agosto 26, 2009

cardiff.leicester

Come dimostra la foto uno dei due tenutari l’altro giorno, dato che passava da quelle parti, è andato a vedersi la partita amichevole Cardiff Blues – Leicester Tigers, per la cronaca finita 5 a 14 per gli inglesi (non si riesce a vedere ma il pilone destro dei tigers, la squadra di destra, è il nostro Castrogiovanni).

Ebbene ho da sfatare due leggende metropolitane.

Primo. Il terzo tempo non c’è stato. Già mi immaginavo di bermi una pinta con Castro, e invece a fine partita tutti verso casa. Certo, qualcuno nei pub di Cardiff con la maglietta dopo la partita si trovava, ma certamente, forse perchè si trattava di un’amichevole, non si può parlare di terzo tempo. L’asserzione: “In Galles il terzo tempo si fa dopo ogni partita” è dunque falsa.

Secondo. Spesso sentiamo dire che in Italia siamo troppo abituati al calcio e quindi fischiamo anche nel rugby, ma che nel Regno unito questo non accade. E invece no. Non che ci sia stata l’ostilità del pubblico, ma un paio di fischiate Leicester e qualcosina anche l’arbitro se le sono prese. Nulla di paragonabile al calcio, sia chiaro, nemmeno lontanamente. Però ecco, non idealizziamo troppo, che poi ci convinciamo che loro sono più forti e vincono sempre loro. Invece accadeva che entrambe le squadre ogni tanto perdevano la palla in maniera così goffa che sembravano l’Italia…

Annunci