La canzone di Marinella mi fa schifo

gennaio 12, 2009

Dopo una settimana di omaggi a De Andrè, voglio dire che la Canzone di Marinella è quella che più mi fa schifo (forse l’unica) di tutte le cose che ha scritto.

Ricordare De Andrè è ben troppo scontato ma siccome è appena terminato lo speciale di Fabio Fazio con Dori Ghezzi su Rai 3 dico brevemente un paio di cose sullo spettacolo.

Secondo me non è stato così male. A parte alcuni feticismi imposti dalla televisione, tipo la Zucconi che va in cerca di cimeli, è stato uno spettacolo onesto e reale considerando quante volte la regia ha dovuto nascondere le lacrime. Ovvio che l’infinita serie di superstar che ha cantato le canzoni di De Andrè ha evidenziato ancora una volta la duttilità e la versatilità del cantautore genovese: può capitare che una cover piaccia più dell’originale. Questo con De Andrè non capita. Lui era comunque più bravo.

Giudizi sulle interpretazioni: il peggiore senza dubbio Bocelli. I migliori: la Ruggiero, la Nannini, Pelù, Battiato e Vinicio. Impeccabili ovviamente tutti coloro che con De Andrè ci hanno suonato (e De Gregori dov’è in queste occasioni?): la band, Piovani, Pagani, Fossati e Cristiano; l’unico che forse non era al meglio era Bubola, in compagnia però di un buon Bennato. Non bene Bersani, Finardi e Dalla. Da Ferro e Jovanotti mi aspettavo peggio.

In ogni caso secondo me la migliore canzone di De Andrè è Monti di Mola.

Upgrade: anche tomate non ha resistito.