Altro che buoni scuola

febbraio 2, 2010

La notizia è girata, ma non tantissimo: la Gelmini ha tagliato del 25% le spese per la pulizia e la sorveglianza nelle scuole. La cosa è diabolicamente geniale, per il diseegno del governo. Perchè finanziare le scuole private, spendendo soldi per incentivare le famiglie ad abbandonare la scuola pubblica per quella privata. Tanto meglio tagliare sulle pulizie: si risparmiano soldi e nel corso del tempo le scuole diventeranno sporche e sempre meno accoglienti, così, chi potrà permetterselo, andrà alla scuola privata, e la scuola pubblica diventerà sempre più ghettizzata e abbandonata a sè stessa.

L’istruzione, quella buona, tornerà dunque a essere una cosa per pochi: ad offuscare la mente delle generazioni presenti ci ha già pensato la TV, meglio evitare il rischio che le future generazioni si rimettano a pensare.


Cara Mary

ottobre 21, 2008

Io e Masaccio non abbiamo ancora scritto nulla, ma giusto per non dare niente per scontato spendo due righe indirizzate alla nostra stella, il ministro Gelmini.

Cara Mariastella,

io lo so che tu non sei dei cattivi. Che tu pensi che stai facendo le cose giuste. Ma non è così. Tu ti stai unendo a tutti quelli che per 20 anni ci hanno rincoglionito con le televisioni, inebetendo la generazione attuale, e ora per non correre rischi, cercano di affossare la scuola evitando che anche le prossimi generazioni abbiano facoltà di pensare. No, Mary non lo fare. Io lo so che non sei cattiva. Credimi, una scuola funzionante, una università di alto livello, sarebbe utile anche per te, e per tutti i tuoi compagni di coalizione, ad esempio come Gasparri, che hanno davvero tanto bisogno di un’istruzione efficace. E del voto in condotta poi cosa dire? Non vorrai mica che Calderoli sia costretto a ripetere la terza elementare perchè ha fatto una porcata?

Dai Mary, ascoltaci. Noi stiamo dalla tua parte. Se ci ascolti, la prossima volta che dovrai fare un esame di stato non sarai nemmeno costretta a farti dare una spintarella. Sarai così preparata che potrai passare l’esame da sola. Pensa che soddisfazione.