Va’ dove ti porta l’ipertestualità

novembre 23, 2008

Sono finito, per motivi di studio, su un sito in cui veniva riportata una delle più belle poesie di Guido Gozzano. La poesia in questione è Cocotte. Cliccateci sopra e leggete le poesia, parla di lui che a quattro anni si innamora di una prostituta.

Ma la cosa che mi ha stupito è dove può portare l’ipertestualità. Noterete come la parola giardino contenga un link. Ho voluto curiosare, pensavo che il link contenesse un percorso letterario artistico sui giardini, che parlasse del giardino di Armida descritto da Tasso, o del giardino dell’Eden, o di qualche giardino barocco. No. Il link giardino, in una poesia di Gozzano può portare qui.

Annunci

Il pelo nel Google

settembre 4, 2008

Lo so che, dopo averne parlato qui, qui e poi qui, rischiamo di fare noi la figura degli ossessionati. Ma stavolta non è dei nostri affezionati lettori giunti tramite Google che voglio parlare. Non di te che oggi sei arrivato qui cercando figa con pelo, neanche del tuo amico più esigente che cercava figa con molto pelo e neanche dei vostri amici più originali, quello che cercava nonna pelosa e quello che cercava ragazze russe con la fica pelosa.

Oggi si parla di Google. Quel motore di ricerca ormai tanto importante nella vita di tutti noi che uno dei nostri lettori ieri è arrivato a porre a lui l’inquietante interrogativo: che dice la figa?
Non lo so, sarà che è un po’ che non la vedo, gli potrei rispondere. Ma non l’ha chiesto a me, l’ha chiesto a Google. E lui forse potrebbe rispondergli, dato che dell’argomento sembra saperne.
Un altro anonimo visitatore, infatti, ieri è arrivato quindi cercando paolo ferrero blog luoghi della fregna. Allora: evidentemente si tratta di uno che prima aveva cercato il blog del segretario di Rifondazione Comunista e poi, soddisfatte le sue esigenze di informazione politica, è passato a cercare la fonte a cui placare altra sete, senza cancellare la ricerca precedente. Capita. Il problema è che la parola fregna non compare mai in questo blog, rigorosamente settentrionale, come si può scoprire qui. Però se si ripete la ricerca effettuato dal nostro anonimo visitatore, effettivamente si può arrivare a un post firmato dal sottoscritto.

Evidentemente il celeberrimo algoritmo di Google, quello più segreto della ricetta della Coca-Cola, nei suoi meandri più nascosti, contiene anche l’equivalenza fregna=figa. Il più famoso motore di ricerca al mondo si preoccupa di tradurre i diversi modi in cui si definisce l’organo genitale femminile in giro per l’Italia.
È la prova provata: the Internet is for porn.


Stasera ho capito molte cose

settembre 2, 2008

Da due chiacchere fatte stasera al bar ho capito molte cose sul nostro presente (almeno in Italia). L’illuminazione mi è venuta tramite una banale, ma pur sempre degna di significato, “modifica” di una canzone.

La canzone è Contessa, del 1966.

I due versi in particolare sono questi:

anche l’operaio vuole il figlio dottore/ e pensi che ambiente che può venir fuori

Solo che se volessimo descrivere la nostra situazione attuale, i versi sarebbero questi:

anche l’operaio vuole il figlio calciatore/ e pensi che ambiente che può venir fuori

Detto questo mi domando: può essere internet uno strumento culturale per influenzare queste derive, o in fondo non fa altro che riflettere le imposizioni della televisione?


Fra lo stupore generale

luglio 2, 2008

La cosa belle di internet e di youtube in particolare è che mentre pensi di aver capito come funziona il mondo questi arrivano e ti piazzano un video del genere.


Siamo nel futuro e non ce ne siamo accorti

luglio 1, 2008

Incollo qui sotto un articolo molto interessante pubblicato da Liberazione sabato scorso.

Conflitto 2.0 al Leoncavallo. Nuove tecnologie e lotte sociali

Il 27 settembre 2007 si è svolto il primo sciopero virtuale al mondo. Circa 2mila persone da 30 paesi hanno occupato per 12 ore gli uffici virtuali di Ibm in Second Life. Ne ha parlato tutto il mondo, 20 giorni dopo l’amministratore delegato di Ibm Italia si è dimesso, e il sindacato ha firmato un importante accordo. Da allora molti passi sono stati fatti. E’ nata una comunità globale di sindacalisti, rappresentanti dei lavoratori ed attivisti che in tutto il mondo sperimentano le nuove tecnologie per attività sindacali (Blog, Wiki, YouTube, Second Life, My Space, Facebook, ecc.). E’ il progetto “Sindacato 2.0”. Partendo dalla cronaca di quel giorno, vediamo una possibile evoluzione delle forme di protesta che si affianca alle modalità di conflitto tradizionali, e i dubbi da parte del sindacato “tradizionale”. Conflitto 2.0 Nuove tecnologie e lotte sociali : dal racconto dello sciopero virtuale contro Ibm all’analisi delle nuove modalità di comunicazione e della loro influenza sulle forme del conflitto politico, sindacale e sociale. Alle 21 all’Hemp Bar del Leoncavallo in via Watteau 7 a Milano con Sergio Bellucci responsabile nazionale Comunicazione e innovazione tecnologica del Partito della Rifondazione comunista, Davide Barillari delle Rsu Ibm Vimercate – Fiom Cgil e Stefano Tulii del Leoncavallo e del Collettivo LeoLinux.


Pazzo per Repubblica

marzo 26, 2008

In passato sono stato criticato per avere messo dei link a repubblica.it.

Questa è la mia risposta.

P.S. C’è da dire altro? Ma si dai qualcosa diciamolo. Pare abbiano raggiunto quota 4000 i militari americani morti in Iraq. Ma questo non è nulla con il conteggio dei civili iracheni morti, un dato davvero più impressionante che potete ritrovare aggiornato e ben documentato su questo sito.


Al solito, Daniele

marzo 23, 2008

Il sempre grande Luttazzi.