Ti perdono, Vcg

ottobre 13, 2008

Avevo 10 anni e guardavo mio padre camminare su e giù per la via con la radiolina in mano, quel giorno della primavera del ’93 che l’Udinese ottenne a Roma un pareggio combinatissimo condannando la Fiorentina alla serie B. Mi ricordo benissimo quell’anno: i sopravvalutati Effenberg e Laudrup, l’esonero di Radice che se la faceva con Rita Rusic, la sciagura Agroppi in panchina e la lenta ma inesorabile discesa.
Leggi il seguito di questo post »

Annunci