Il Papa progressista

novembre 21, 2010

Con la sua uscita sulla possibilità, in certi casi, di usare il preservativo,  come male minore, Papa Ratzinger ha dimostrato (come già sostenevo qui) di essere molto più progressista di Giovanni Paolo II. Il quale sosteneva:

“Al contempo una comprensione non corretta della legge morale ha portato molte persone a giustificare le attività sessuali immorali con il pretesto della libertà, che a sua volta ha comportato una comune accettazione della mentalità contraccettiva (cfr Familiaris consortio, n. 6). Le conseguenze di una simile attività irresponsabile non solo minacciano l’istituzione della famiglia, ma contribuiscono anche alla diffusione dell’HIV/AIDS, che in alcune parti del vostro Paese sta raggiungendo proporzioni epidemiche.”

Annunci

Conferme

novembre 13, 2009

La religione dentro di sè ha sempre avuto un’essenza fondamentalista. La ha ancora adesso, e continuerà ad averla.


Si deve dimettere e basta

novembre 11, 2009

Malingut, per impegni nella vita reale, procede un po’ a rilento, scusate. Ma ci sono tante cosa da dire ultimamente. Ad esempio su Rutelli.

Francesco Rutelli si dovrebbe ovviamente dimettere da deputato, e ovviamente non lo farà. Dovrebbe dimetteri per dignità, ma uno che passa dai radicali a far la guardia svizzera è evidente non solo che con la dignità non ha niente a che fare, ma che proprio cerca di tenersela lontano da sè. C’è però una cosa sulla quale non si scendera a patti. Rutelli è presidente del Copasir, il comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, che pre legge spetta all’opposizione. Ecco da lì Rutelli si deve dimettere. Un conto è essere lì per l’opposizione, un conto è esser lì per se stessi. Dimissioni, punto.


Chiesa o stato?

settembre 2, 2009

Nei commenti a questo post si è discusso se l’attacco all’Avvenire si trattasse di un attacco alla Chiesa o alla stampa. Stavo per intervenire, ma rilancio con un post, dato che che ho una posizione mutevole e magari si imbastisce qualche altra discussione. Inizialmente io ero convinto che si trattasse di un attacco alla stampa. E sicuramente lo è. Però prima di tutto secondo me è un attacco contro tutti e tutti, e quindi anche contro la Chiesa. Contro qualsiasi entità che cerca di limitare il potere, non ho ben capito se del governo tutto o solo di Berlusconi.

Insomma: se si vuole attaccare la stampa, lo si fa, come si è fatto. Però prima di attaccare il giornale dei vescovi, uno due conti se lì fa, specie se un suo alleato due giorni prima ha attaccato ferocemente la Chiesa, arrivando a minacciare di rivedere il concordato.

Ripeto: se un arriva ad attaccare il giornale della CEI secondo me il segnale è uno: si sente assediato, e per sopravvivere va al contrattacco. Ne vedremo delle belle secondo me nei prossimi giorni. Con repubblica che ha iniziato, per bocca di Sofri, a chiedere le dimissioni di Berlusconi e con Prodi che timidamente inizia a farsi rivedere.


A proposito di bieco illuminismo

agosto 16, 2009

“La Chiesa e lo Stato sono due realtà distinte, eppure in molti edifici militari ci sono simboli religiosi. Questi vanno esposti soltanto nelle cappelle e in occasione delle celebrazioni religiose. Non c’è alcuna ragione all’esposizione dei simboli religiosi negli edifici militari o negli enti statali, eppure li troviamo in molti comuni. La Chiesa dovrebbe essere la prima a dire che non si tratta di una cosa consona a uno stato laico.”

Stjepan Mesic, Presidente della Repubblica Croata.


Ai posteri l’ardua sentenza

febbraio 7, 2009

Su quello che sta succedendo attorno al caso Englaro, come ho già scritto, si può dire ben poco, oltre urlare la parola vergona.

Ma non si può soprassedre sulla frase del Presidente del Consiglio: “Portrebbe anche avere dei figli”. E’ evidente che per lui, la funzione di una donna è solo quella di riprodursi. Non serveno sentimenti, divertimento, vita ecc. ecc. L’importante è che una donna abbia la capacità biologica di riprodursi. Punto. Quello è sufficiente.

Scusate, sarò un po’ crudo, ma non mi piaciono i fondamentalisti. Io farei una domanda a Silvio Berlusconi. Se una ragazza in stato vegetativo può anche avere  dei figli, come pensa di farglieli concepire questi figli, dato che lui e il suo governo, in linea con l’integralismo religioso di moda, sono anche contro l’inseminazione artificiale? Dove è finita almeno la parvenza della decenza?

Di questa inverconda vicenda ci rimarrà la figura di Beppino Englaro, eroe civile per circostanza e non per volontà, ma è grazie a persone come lui, che agiscono per motivazioni personali e umane con grande dignità, che i paesi crescono in termini di civiltà. E rimarrà il gesto di Napolitano, che ha ridato grande valore alla nostra Carta Costiuzionale. Il resto verrà seppellito dalla storia, come battaglia di retroguardia, un episodio epigono del passato, che i posteri leggeranno come uno strascico del passato sul nostro presente.

Ps: sullo stesso tenore anche questo post di Mantellini.  Sul caso Italia segnalo il bellissimo post di Tomate.


Ergo…

novembre 11, 2008

Paola Binetti:

Queste tendenze omosessuali fortemente radicate presuppongono la presenza di un istinto che può risultare incontrollabile. Ecco: da qui scaturisce il rischio pedofilia. Siamo davanti ad un’emergenza educativa

Walter Veltroni:

In un grande partito come il nostro non possono esistere reati d’opinione o processi per idee che vengono espresse

Riccardo Orioles:

Dichiarazione dell’onorevole Nobodi, del Partito democratico: “Tutte le cattoliche integraliste frequentano le sacrestie. Nelle sacrestie si sono a volte verificate, come testimonia Boccaccio, storie boccaccesche. E’ dunque probabile che la senatrice Binetti sia una troia”.
Dichiarazione del Comitato dei Garanti del Pd: “Non possiamo procedere contro l’onorevole Nobodi perché l’ordinamento del Partito non prevede sanzioni legate alle dichiarazioni personali e alle altre manifestazioni del pensiero effettuate dai suoi aderenti”.
Dichiarazione del segretario Veltroni: “In un grande partito come il nostro non possono esistere reati d’opinione o processi per idee che vengono espresse”.